Come Proteggere il Tuo Sito WordPress: Piccola Guida per Principianti

Consigli, Sicurezza Informatica

Hai un sito WordPress che hai creato o fatto realizzare per iniziare e gestire la tua presenza online. Ma, proprio come prendi precauzioni per proteggere la tua casa chiudendo le porte e le finestre o comprando una cassaforte ad esempio, è altrettanto essenziale garantire la sicurezza del tuo sito web WordPress. In questo articolo, esploreremo in sintesi le migliori pratiche per proteggerlo, anche se sei alle prime armi con la sicurezza informatica. Nelle prossime settimane andremo a sviluppare maggiormente alcuni dei punti che vedremo tra poco in altri articoli a tema di sicurezza informatica.

Perché la Sicurezza WordPress è Cruciale?

La sicurezza del tuo sito WordPress è come il portone d’ingresso della tua casa digitale. Ignorarla è come lasciare la tua porta sbloccata in una città sconosciuta dove chiunque potrebbe entrare e danneggiarla o rubare le cose più preziose. Gli hacker e i malware sono costantemente in cerca di vulnerabilità, ma proteggere il tuo sito dalla maggior parte delle minacce a volte è più facile di quanto pensi. Inizia da qui. Cerchiamo insieme di rendere almeno un pochino più difficile la vita agli hacker malintenzionati. Ricordando che la sicurezza al 100% non esiste mai in informatica per diversi motivi (come ad esempio le zero day vulnerabilities, le risorse limitate e l’evoluzione delle minacce stesse) possiamo però mettere in pratica alcune cose per evitare gli attacchi più comuni ed evitare di perdere sito e dati.

1. Mantieni WordPress Sempre Aggiornato

L’aggiornamento regolare di WordPress è come chiudere una finestra aperta. Le versioni più recenti non solo introducono nuove funzionalità, ma correggono anche vulnerabilità di sicurezza. Il processo è semplice: vai al tuo pannello di controllo, seleziona l’aggiornamento di WordPress o del tema o dei plugin con le caselle di spunta che segnalano aggiornamenti e clicca su “Aggiorna”. Il gioco è fatto. Mantenere il tuo CMS aggiornato significa evitare lo sfruttamento di alcuni bug che vengono fuori.

A questo proposito è necessario un ulteriore chiarimento riguardante il funzionamento del sito stesso dopo gli aggiornamenti WordPress ai primi rilasci. Infatti, aggiornando alle versioni maggiori alcuni plugin e temi potrebbero non essere allineati a WordPress e quindi potresti incontrare qualche malfunzionamento. A volte è meglio aspettare (salvo casi di grossi bug e falle di sicurezza riscontrate dallo stesso WordPress) le versioni con le patch che solitamente corrispondono a una “sottonumerazione” della versione. Ad esempio se WordPress rilascia un aggiornamento passando alla versione 7.0 è meglio aspettare alla 7.1 che già dovrebbe aver corretto diversi bug che inevitabilmente accadono durante i primi tempi. In altre parole, non fare da cavia.

2. Utilizza Password Forti

Le password sono in molti casi la tua prima linea di difesa. Evita le combinazioni ovvie come “password123” e opta per qualcosa di unico. Un ottimo modo per farlo è utilizzare una frase di accesso complessa. Ma soprattutto, mai e poi mai impostare una password che possa essere contenuta in qualunque vocabolario. Non mettere mai nessun nome proprio di persona, cane, cantante, scrittore e nessuna parola di senso comune come “fragola1984”. Se proprio vuoi utilizzare queste parole aggiungi maiuscole, minuscole, numeri e simboli speciali come asterischi, cancelletti, simboli di valute etc prima o dopo la parola. Sebbene possa sembrare noioso, è un piccolo prezzo da pagare per la sicurezza del tuo sito. Vedremo in seguito in altri articoli quali sono le strategie utilizzate per trovare le password deboli e come crearne di complesse e facili da ricordare.

3. Installa un Plugin di Sicurezza Affidabile

Un plugin di sicurezza è come un guardiano digitale per il tuo sito. Ne esistono diversi, ma scegli uno rinomato e aggiornalo regolarmente. Imposta funzionalità come la scansione antivirus, un firewall robusto e monitoraggio delle attività sospette. Un plugin può fare la differenza tra un sito vulnerabile e uno sicuro. I migliori plugin di sicurezza disponibili in versione gratuita (ma che possono essere aggiornati a pro) sono sicuramente Wordfence Security e Sucury Security. Personalmente mi trovo molto bene anche con il plugin Security Optimizer di Siteground che utilizzo su diversi siti e che mi permette, oltre al rilevamento delle minacce, anche di cambiare alcune impostazioni di default di WordPress. Essendo queste ultime del tutto conosciute spesso agevolano i tentativi di analisi preliminare pre attacco al tuo sito web (come ad esempio conoscere la versione di WordPress, la versione php installata, cancellare il file read me etc).

4. Esegui Backup Regolari e Automatizzati

Immagina di dover ricostruire il tuo sito da zero e di perdere tutto il lavoro fatto e i dati contenuti al suo interno. Paure eh? Mettiti al riparo con i backup che in questo frangente sono essenziali. Imposta backup automatici regolari in modo che, in caso di emergenza, tu possa ripristinare il tuo sito rapidamente. Ciò non solo protegge i tuoi dati, ma ti dà anche la tranquillità di sapere che qualunque cosa oggi puoi tornare alla versione di ieri che non aveva problemi.

Diversi hosting, a seconda del piano scelto, fanno backup giornalieri di default. In caso il tuo piano non lo preveda puoi installare plugin come All-in-One Wp Migration che con pochi click ti consentono di fare un backup e di esportarlo per tenerne una copia al sicuro sul tuo pc. Impegnati a farli più spesso che puoi e se proprio non riesci a farli tutti i giorni falli soprattutto prima di grossi aggiornamenti o comunque in media ogni 15 giorni (la frequenza non è obbligatoria, diciamo che varia in media a quanti aggiornamenti attui sul tuo sito web).

5. Imposta l’Accesso Sicuro e Limita i Tentativi di Accesso

Limita i tentativi di accesso e blocca indirizzi IP sospetti. Questo impedisce agli hacker di sperimentare con combinazioni di password fino a trovare quella giusta (i cosiddetti attacchi brute force). Considera anche l’uso dell’autenticazione a due fattori (2FA). Questa doppia verifica rende l’accesso ancora più difficile per gli intrusi anche se onestamente, per esperienza di chi accede a diversi siti durante il giorno, può essere una pratica estenuante accedere e confermare ogni volta.

6. Monitora le Attività del Tuo Sito

Il menefreghismo non è mai una scelta saggia quando si tratta di sicurezza informatica. Monitora le attività del tuo sito per individuare rapidamente comportamenti sospetti. Gli strumenti di monitoraggio possono aiutarti a rilevare accessi non autorizzati, modifiche inaspettate e altro ancora. Più veloce rilevi un problema, meno danni potrebbe causare.

7. Utilizza una Connessione SSL

Un certificato SSL (in altre parole quel lucchettino che appare in alto a sinistra sulla barra del sito e che lo certifica come sicuro) non solo protegge le informazioni dei tuoi visitatori criptandole, ma anche la tua reputazione online. Installa uno sul tuo sito per garantire che tutte le comunicazioni siano crittografate. Google apprezza anche questo, quindi avrai un piccolo bonus per il posizionamento nei motori di ricerca. I siti senza certificato ssl vengono penalizzati nei motori di ricerca.

8. Cambia l’url di accesso al tuo sito per rendere più complicati gli attacchi brute force

Cambiare l’URL di accesso al pannello di amministrazione di WordPress, sostituendo il comune “wp-admin“, è una pratica utile per migliorare la sicurezza del tuo sito WordPress. Questo rende più difficile per gli attaccanti individuare la pagina di accesso, poiché non possono più fare affidamento sul percorso predefinito. L’adozione di un URL personalizzato riduce il rischio di attacchi brute force, in quanto gli hacker devono scoprire la nuova URL di accesso per provare a inserire nome utente e password.

Conclusione: La Sicurezza è un Viaggio, Non una Destinazione

La sicurezza del tuo sito WordPress è una maratona, non una corsa veloce. Con queste pratiche, hai posto le basi per una difesa solida. Aggiornati regolarmente, sii vigile e il tuo sito sarà un baluardo contro minacce online. La tua casa digitale merita la massima protezione.

Sei interessato a una consulenza sulla sicurezza informatica sul tuo sito web?

BANNER BLOCK

Ad - Web Hosting SiteGround - Creato per semplificare la gestione del sito. Clicca per scoprire di più.

Altri articoli

Cosa sono e a cosa servono le pagine 404

Cosa sono e a cosa servono le pagine 404

Incappare in una pagina di errore 404 è un'esperienza comune per tutti gli utenti che hanno digitato male un link o che incappano su un link sbagliato o tentano di accedere a una pagina...