Come ottimizzare il proprio profilo Google my Business e Google Maps

Consigli, SEO

La presenza online delle attività locali passa inevitabilmente attraverso Google My Business e Google Maps. Questi strumenti sono essenziali per attirare clienti nel proprio punto vendita fisico, migliorare la visibilità online e gestire efficacemente la reputazione del proprio brand. Ecco una guida dettagliata su come ottimizzare il proprio profilo Google My Business e la presenza su Google Maps.

Rivendica e ottimizza il tuo profilo Google My Business

Il primo passo è rivendicare il tuo profilo Google My Business, se non l’hai ancora fatto. Questo è fondamentale perché ti permette di controllare le informazioni che Google visualizza riguardo alla tua attività. Assicurati che il nome, l’indirizzo e il numero di telefono siano corretti e consistenti su tutte le piattaforme online, poiché ciò influisce sulla SEO locale. Aggiungi una descrizione dettagliata della tua attività, scegliendo accuratamente le categorie che meglio rappresentano i servizi o prodotti offerti.

Se per caso trovassi il profilo della tua attività già aperto (ed è una cosa che accade più spesso di quanto si immagini) non da te, perché in qualche modo Google apre automaticamente alcune schede (specie di luoghi o punti di vendita storici poco digitalizzati) puoi chiedere a Google di rivendicare la tua scheda compilando un form che trovi cliccando sul link che vedi nello screenshot sotto. A quel punto dopo aver compilato un form in cui Google a suo insindacabile giudizio stabilirà che la scheda è tua (spesso prima attraverso una cartolina fisica con un codice a 6 cifre che veniva mandata direttamente sul posto entro 12 giorni) ti attribuirà tutti i permessi per poter gestire e ottimizzare il tuo profilo My Business.

 

 

Se, peggio ancora, dovessi trovare la tua scheda in possesso e gestita (o abbandonata) da qualcun altro come ad esempio il vecchio titolare del punto vendita o dalla precedente agenzia dei marketing che aveva aperto la scheda, puoi, come descritto nel paragrafo precedente, rivendicare la scheda. In questo caso starà al precedente gestore lasciarti la proprietà con un paio di click. Salvo casi clamorosi di acredini (o mail a cui arrivano le richieste inaccessibili) in pochi secondi si entra in possesso del profilo richiesto.

Mantieni aggiornate le informazioni essenziali

È vitale mantenere aggiornati gli orari di apertura, soprattutto durante festività o eventi speciali. Un cliente che si trova davanti a una porta chiusa nonostante le indicazioni di Google può facilmente trasformarsi in una recensione negativa o comunque in una persona che parlerà male di te ai conoscenti (oltre a diventare un mancato cliente).

Oltre agli orari, è buona norma aggiornare regolarmente foto di alta qualità del tuo esterno, interno, dei prodotti e del team soprattutto quando ci sono dei cambiamenti. Le immagini attraggono l’attenzione degli utenti e trasmettono la qualità del tuo business.

Gestisci attivamente le recensioni

Le recensioni rappresentano una faccia visibile della tua reputazione online e meritano un’attenzione particolare. Oltre a influenzare la percezione pubblica, influenzano anche il tuo ranking nei risultati di ricerca locali di Google. Ecco perché è essenziale non solo rispondere a ogni recensione, ma farlo in modo strategico.

Quando ricevi recensioni positive, ringrazia il cliente per il feedback e sottolinea aspetti specifici che hanno menzionato. Questo non solo personalizza la risposta, ma rafforza anche quei punti positivi agli occhi di futuri clienti. Per le recensioni negative, invece, approccia con una mentalità aperta e costruttiva. Prima di tutto, prenditi il tempo per analizzare la recensione e verificare l’accuratezza dei fatti descritti. Rispondi poi in modo professionale, scusandoti se appropriato e spiegando le misure che intendi prendere per migliorare o correggere l’errore. Questo tipo di trasparenza e impegno non solo può placare un cliente insoddisfatto, ma spesso trasforma critiche negative in opportunità di fidelizzazione.

Inoltre, incoraggiare i tuoi clienti soddisfatti a lasciare recensioni è altrettanto importante. Puoi farlo inviando email dopo un acquisto o un servizio, oppure chiedendo direttamente le recensioni a fine visita o transazione. Assicurati che il processo di lasciare una recensione sia il più semplice possibile, magari fornendo link diretti al tuo profilo di Google My Business nelle tue comunicazioni digitali.

Attraverso una gestione attenta e considerata delle recensioni, non solo migliori la tua visibilità e il tuo appeal presso nuovi clienti, ma rafforzi anche la lealtà di quelli esistenti, creando un circolo virtuoso di feedback positivo e miglioramento continuo.

Utilizza Google Post per coinvolgere i clienti

I Google Posts sono uno strumento potente che permette alle attività di comunicare direttamente nella loro scheda su Google Search e Google Maps. Sfruttali per annunciare promozioni, eventi speciali, lanci di nuovi prodotti o per condividere aggiornamenti importanti. Ogni post può essere arricchito con testi, immagini, e persino call-to-action come “Prenota”, “Ordina online” o “Scopri di più”, guidando direttamente l’utente verso azioni specifiche.

Pianifica la pubblicazione dei posts per coincidere con le ore di maggiore attività dei tuoi clienti per massimizzare la visibilità. Monitorare le performance di ciascun post attraverso gli insight forniti da Google ti permetterà di comprendere quali contenuti generano maggiore interazione e adattare di conseguenza le tue strategie. Utilizzare i Google Posts in modo strategico e coerente può significativamente aumentare l’engagement dei clienti e portare traffico sia al tuo sito web sia al punto vendita fisico.

Come aggiungere un Google Post

Ottimizza per la ricerca locale

L’ottimizzazione per la ricerca locale è un pilastro fondamentale per le attività che vogliono incrementare la propria visibilità online in specifiche aree geografiche. Essere visibili nelle ricerche locali su Google significa poter attirare un numero maggiore di clienti nel punto vendita fisico, sfruttando la vicinanza geografica come vantaggio competitivo.

Per ottimizzare efficacemente la presenza locale, possiamo usare anche il profilo My Business di Google utilizzando chiavi rilevanti associate alla tua località nelle descrizioni e nei post. Possono essere usati termini come “vicino a me” o specifici del luogo, che sono comunemente utilizzati nelle ricerche di Google quando gli utenti cercano servizi o prodotti nella loro area. Oltre a questo ovviamente sarà essenziale ottimizzare il proprio sito per i motori di ricerca con parole chiave dovrebbero riflettere termini di ricerca comuni specifici per la zona, come “ristorante italiano a [nome città]” o “meccanico auto vicino a me”. Oltre a questo, sempre restando nella parentesi relativa al sito può fare la differenza l’utilizzo del markup semantico, come Schema.org, per strutturare i dati in modo che siano facilmente interpretati dai motori di ricerca. Implementare il markup locale su indirizzi, numeri di telefono e orari di apertura può significativamente migliorare la presenza nei risultati locali, rendendo le informazioni aziendali immediatamente visibili e accessibili. Per chi si occupa di posizionamento SEO, configurare correttamente questi markup è una competenza chiave, poiché contribuisce non solo a migliorare il ranking, ma anche a presentare i dati aziendali in modo chiaro e diretto agli utenti. Ma di questo parleremo in un’altra puntata.

Monitora e analizza i risultati

Infine, è fondamentale monitorare regolarmente le prestazioni del tuo profilo Google My Business (oltre che monitorare quelle del tuo sito di cui abbiamo parlato qui). Google offre insights dettagliati che includono quante volte il tuo profilo è stato visualizzato, come gli utenti hanno interagito con i tuoi contenuti e molto altro. Utilizzare queste informazioni può aiutarti a capire cosa funziona, cosa no, e come puoi migliorare ulteriormente la tua visibilità online.

Seguendo questi passaggi, puoi massimizzare efficacemente la tua presenza su Google My Business e Google Maps, migliorando la visibilità della tua attività locale e attirando più clienti nel tuo negozio. Non sottovalutare il potere di una presenza online ben curata: in un mondo sempre più connesso, può fare la differenza tra un business che prospera e uno che rimane indietro.

Sei interessato a una consulenza SEO per posizionare il tuo sito?

BANNER BLOCK

Ad - Web Hosting SiteGround - Creato per semplificare la gestione del sito. Clicca per scoprire di più.

Altri articoli

Cosa sono e a cosa servono le pagine 404

Cosa sono e a cosa servono le pagine 404

Incappare in una pagina di errore 404 è un'esperienza comune per tutti gli utenti che hanno digitato male un link o che incappano su un link sbagliato o tentano di accedere a una pagina...